L'AVEVAMO DETTO DA TEMPO...!

Già in tempi non sospetti, noi di Rodnik Financial avevamo previsto quello che non certo da oggi si sta avverando, ma che però adesso sta peggiorando drammaticamente.

Da circa due anni (si vedano i numerosi nostri articoli, anche nella nostra Area Riservata) stiamo mettendo in guardia i risparmiatori dalla svalutazione e dal deprezzamento dell’ Euro contro Franco Svizzero.



In dodici mesi l’ EUR ha perso oltre il 10 % contro il CHF: se ci mettete anche l’ inflazione che ha subito l’ Euro (e NON il Franco Svizzero), la perdita di potere di acquisto di chi si è ostinato a mantenere valuta o investimenti in EUR è attorno al 20%, rispetto a chi, semplicemente, ha spostato la sua LIQUIDITA’.

Qui ormai non stiamo parlando di investimenti, è soprattutto una questione di DIFENDERE I PROPRI SOLDI, dato che da tempo ormai il Franco Svizzero non è più solamente un SOLIDO BENE RIFUGIO, MA E’ ANCVHE UN OTTIMO INVESTIMENTO.

E la tendenza cresce, e crescerà nel tempo:

pochi giorni fa la RSI (Radio Televisione della Svizzera Italiana) , nella sua edizione principale delle 20.00, ha trasmesso un servizio molto importante: il Franco Svizzero ha toccato il suo massimo rispetto all'Euro e questa tendenza al rialzo non “terminerà a breve, secondo gli esperti (cioè anche secondo gli stessi banchieri centrali svizzeri).

Peccato che in italia la televisione svizzera “non si prenda”… si viene a conoscere dell’ Italia di più tramite quella, piuttosto che tramite i vari telegiornali italiani non certo liberi ne indipendenti.

Perché la televisione svizzera si è sbilanciata pubblicamente? Il motivo è presto detto: la Banca Centrale Svizzera ha in pancia titoli in Euro per circa 750 Miliardi.

Titoli acquistati per tenere il valore del Franco Svizzero relativamente basso, allo scopo di sostenere le esportazioni elvetiche (cosa che la Svizzera aveva sempre negato, ma chissà come mai la Banca Nazionale Svizzera si trova in cassa quasi un Triliardo di BTP ed affini… che si stanno svalutando pesantemente (oltre il 25 % da inizio anno)

Ora, la situazione geopolitica sta mutando in maniera rapida e la BNS (Banca Nazionale Svizzera) ha deciso di liberarsi di questa montagna di titoli in Euro, perché si è stufata di perdere soldi per sostenere una causa (una valuta) persa.

Questo determinerà un ulteriore rafforzamento del Franco Svizzero sull'Euro.

Se la domanda che ti stai facendo è: “perchè dovrebbe interessarmi il cambio con il Franco Svizzero?”, la risposta è molto semplice.

Se tu avessi convertito i tuoi risparmi in Franchi un anno fa, oggi avresti ottenuto un guadagno in termini di potere di acquisto di circa il 18/20% (valore combinato calcolato sul tasso di inflazione e sull'aumento del valore del Franco Svizzero)...

E già... Una semplice operazione di cambio ti avrebbe fatto raggiungere due obbiettivi:

1. Avresti messo al sicuro il tuo capitale da inflazione, rischi di default bancari (e conseguenti bail-in), pignoramenti, sequestri preventivi del capitale o operazioni “di solidarietà” (patrimoniali o altri prelevamenti forzosi perfettamente legali in UE).

2. Avresti guadagnato dall'apprezzamento del Franco.

Se ti stai mettendo le mani nei capelli perchè pensi che sia troppo tardi, ti voglio tranquillizzare.

Sei ancora in tempo, visto che la tendenza al rialzo, non terminerà a breve:

Perché:

perché nessuno vuole più l’ EURO! E se nessuno vuole più qualcosa, questa cosa è ineluttabilmente destinata a deprezzarsi.

Si dice che è INFLAZIONATA… termine molto appropriato per l’ Euretto.

1_ Perché la Germania (formalmente: la BCE) vorrà a breve indietro i prestiti Covid (non erano ”Aiuti Europei”, come dicevano i politici italiani, erano permessi temporanei di ulteriore sforamento del tetto del debito italiano).

Ora la Germania sta entrando in una pesante recessione, per via dell’ aumento dell’ energia (è troppo legata al gas russo) e del costo delle materie prime, è una nazione che ha grosse industrie che consumano energia e materie prime: automobili, chimica, meccanica…).

Quindi, prima di indebitarsi per aiutare la SUA economia e la SUA gente, ha pieno diritto di esigere indietro i SUOI soldi (dato che la Banca Centrale Europea la vede azionista di ampia maggioranza, soprattutto dopo la Brexit).

2_ Perché gli USA la prossima settimana aumenteranno i tassi di interesse, per cui le obbligazioni (T-Bonds) in Dollari USA renderanno molto di più rispetto a quelle denominate in EUR; per di più con il Dollaro USA che si è rivalutato ampiamente contro l’ Euro, di ben oltre il 10 %.

Pensate: il tasso di interesse “interbancario” UE è dell’ 1.25% (aumento tardivo ma recente, prima era ancora più basso), mentre il tasso di interesse “interbancario” USA , entro il 22 settembre sarà del 3.25%, forse addirittura del 3.50%. Quindi le obbligazioni USA renderanno ben di più, rispetto a questi tassi.

Fonte: FEDWATCH https://www.cmegroup.com/trading/interest-rates/countdown-to-fomc.html

Chi mai comprerebbe un BTP decennale, prestando all’ Italia fino al 2032, Euretti che si svalutano e che renderanno (forse) il 3%, con una inflazione al 10% (se li prestate alla Germania, comprando Bund, vi renderanno meno della metà) quando un T-Bond in USD rende e renderà certamente di più (il 5% ?), con la sicurezza di avere alle spalle una valuta forte ed una Banca Federale Americana e non la Banca d’ Italia, priva di alcun potere di politica monetaria e alle prese con quasi tremila miliardi di debiti (di cui presto dovrà rendere conto con i tedeschi e gli stati UE settentrionali)?

In ogni caso il principe delle Valute Rifugio, stabili e che si apprezzano in ogni contesto, resta sempre il Franco Svizzero, molto meno legato a fattori geopolitici rispetto al Dollaro.

E se ti stai chiedendo se trasferire il tuo patrimonio in Svizzera sia legale, ti voglio nuovamente rassicurare...

E' perfettamente legale e fattibile se lo fai nel modo corretto.

Se vuoi saperne di più circa la protezione del patrimonio e la possibilità di investire in Franchi Svizzeri, ti invito ad accedere all'area riservata del nostro sito; troverai moltissime informazioni utili e tanti suggerimenti.

Dott. Paolo Oliveri

CEO Rodnik Financial

9 visualizzazioni0 commenti